Il 16 dicembre è il termine ultimo per il pagamento della seconda rata IMU per il 2019Tra i prorietari di immobili c’è ancora chi si chiede quando si paga l’Imu sulla prima casa. Vediamo di chiarire ogni dubbio.

Per quanto riguarda la prima casa, o più correttamente l’abitazione principale, è prevista l’esenzione.  Il pagamentodell’Imuavviene solo se l‘abitazione è considerata di lusso: e quindi se rientra nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9, ovvero case signorili, ville e castelli. Se l’immobile di proprietà rientra in una di queste categorie, allora l’Imu si paga con un’aliquota del 4 per mille. Ma in questo caso si ha anche diritto a una detrazione sullaprima casa, il cui importo viene stabilito dal Comune di appartenenza con una specifica delibera.

L’esenzione è prevista quando l’immobile adibito ad abitazione principale rientra in una di queste categorie catastali:

  • A/2 abitazione di tipo civile;
  • A/3 abitazione di tipo economico;
  • A/4 abitazioni di tipo popolare;
  • A/5 abitazioni di tipo ultrapopolare;
  • A/6 abitazioni di tipo rurale;
  • A/7 abitazioni in villini;

Per quest’ultima categoria catastale è stata oggetto di controversia perché pur essendo fabbricati di un certo valore sono esenti dal pagamento dell’Imu se adibiti ad abitazione principale.

Le pertinenze della prima casa godono dell’esenzione dal pagamento nella misura massima di un’unica unità. Per una casacon box e cantina, ad esempio, solo l’abitazione principale più una delle due pertinenze non paga l’Imu.