Vuoi perché ci abbiamo trascorso davvero molto tempo negli ultimi mesi o vuoi perché in casa, come nel guardaroba, ogni tanto bisogna portare una ventata di freschezza, è giunto il momento di rinnovare il look degli ambienti domestici. Ma niente paura: si possono ottenere risultati stupefacenti senza spendere una fortuna. Basta tenere presente una semplice regola: prima di acquistare proviamo a eliminare o spostare.

Primo step: esaminiamo il quadro d’insieme

Concentriamoci sugli arredi presenti in casa e cerchiamo di capire che cosa non ci convince: alcuni oggetti magari sono superflui o datati e andranno necessariamente eliminati (attraverso l’arte del decluttering), altri invece aspettano solo di venire valorizzati grazie a una nuova collocazione o a qualche tocco di creatività. In linea generale, teniamo sempre presente che meno ingombri abbiamo per casa, maggiore sarà il comfort visivo: ecco perché non dobbiamo associare il desiderio di novità con il bisogno di comprare, anzi… “less is more”.

Diamo nuova vita a quello che c’è

Cominciamo rinnovando le pareti attraverso il colore o semplicemente cambiando i quadri: a volte basta spostare un dipinto da una stanza all’altra per dare un’aria completamente diversa all’ambiente. Dopodiché occupiamoci dei mobili. Grazie ai rivestimenti, alle tinte per tessuti o agli stencil persino gli arredi più antiquati e anonimi cambiano aspetto.

Pochi acquisti e mirati

Solo a questo punto possiamo darci agli acquisti, puntando su semplici oggetti come lampade di design, complementi tessili (bastano dei cuscini nuovi per cambiare look a tutta la sala), o mensole, magari in contrasto con lo stile predominante della casa: il connubio antico e moderno, infatti, non passa mai di moda.